×

Messaggio

EU e-Privacy Directive

This website uses cookies to manage authentication, navigation, and other functions. By using our website, you agree that we can place these types of cookies on your device.

View e-Privacy Directive Documents

You have declined cookies. This decision can be reversed.

CAMPIONATO EUROPEO 2016

Lasciato alle spalle un 2015 tormentato e con la speranza di raggiungere ache quest'anno quei risultati che da anni le squadre F3C ed F3N raggiungono siamo partiti per il Campionato Europeo 2016,

Wloklawek è una ridente cittadina Polacca, personalmente ci sono già stato come giudice di gara al primo compionato del mondo F3N. Ricordo con gioia il prestigioso risultato raggiunto in quell'occasione; una medaglia d'oro che consacrava in modo definitivo Luca Pescante come il miglior pilota junior al mondo e Vicecampione nella classifica senior. Non che in Italia mancassero altri piloti capaci di insidiare quella posizione. Sebastiano Gabutti, Mirco Cesena, Luigi Rungi e qualche altro avevano nelle corde risultati simili ma, è mancata a qualcuno la volontà, ad altri purtroppo i mezzi.

Dopo più di un decennio di stasi i vertici della F3C F3N son cambiati e si respira aria nuova. Il Team Manager è per la seconda volta Nicola Fasolo che, nonostante le fatiche e qualche immeritata critica che arriva da chi non voleva fare un passo indietro per permettere a questi Sportivi di andare avanti ha acettato ancora una volta di svolgere questo delicato incarico. Il suo sorriso e la sua pazienza ci porteranno ancora una volta a risultati di assoluto rilievo.

 

Nessuna novità nelle selezioni Nazionali, entrambe le categorie purtroppo soffrono da anni di un endemico calo di agonisti, comune un pò a tutto l'eromodellismo. Qualche nuovo pilota ogni tanto si affaccia alle gare ma, complici i notevoli costi e l'alto livello dei primi della classe, l'impatto con il Campionato Italiano è scoraggiante per il neofita.

La squadra F3C con Alessandro  Del Lungo, riconfermatosi Campione Italiano anche nel 2016, Lorenzo Sardelli arrivato secondo in campionato ed un indomabile Stefano Lucchi sono anche quest'anno i componenti la nostra rappresentativa.

La squadra F3N è ovviamente capitanata dal nosto Luca Nazionale seguito da Mauro Azzalin che ancora una volta nn si lascia sfuggire l'occasione di portare avanti i colori Italiani. Le premesse erano che dopo una lunghissima pausa ed un bel secondo posto nel Campionato Italiano F3N, Luigi Rungi fosse parte della compagine ma, poco prima della partenza dava forfait deludento tante persone che avevano creduto in lui. Il quarto classificato Lorenzo Costantini, pilota junior di belle speranze purtroppo non trova il modo di organizzare una cosi impegnativa trasferta all'ultimo minuto. Un vero peccato in quanto alle premiazioni ci vedremo sfuggire il Bronzo a squadre solo perchè ci mancava un terzo Pilota.

Le premesse per raggiungere almeno a squadre quella medaglia d'oro che ci sfugge da sempre ci sono. La squadra Tedesca manca di due Piloti di assoluto rilievo cosi come quella Austriaca, quindi Francesi permettendo, esiste la seria possibilità di salire sul podio da vincitori almeno a squadre. Difficilissimo, a meno di stravolgimenti epocali scucire quella medaglia d'oro dal petto del bravissimo Ennio Graber, vicecampione del mondo in carica.  Purtroppo però, come spesso succede la realtà è un pò diversa dai sogni.

Alessandro del Lungo forte dei risultati raggiunti in patria da qualche anno si installa a ridosso del podio e accede ai voli di fly off in quarta posizione, quasi a ruota lo segue il compagno ed allievo Lorenzo Sardelli. Un pò in ombra invece lo Stefano nazionale che, dopo le battaglie del 2015 ed aver compiuto 60 anni è un pò a corto di fiato e di adrenalina entra nei Fly Off al 10° posto. Difficile rincorrere un tranquillo Ennio Graber (SUI) che con quattro 1000 comanda in tutta tranquillità la classifica provvisoria seguito dai cugini Francesi con Arnaud Poyet e Pierre Guitierrez. 

Di pari passo si svolgono i preliminari di F3N. La compagine Italiana dimenticato il forfait di Luigi Rungi, è felice e speranzosa; che sia la volta buona? Luca riuscirà finalmente a battere l'amico/nemico Erik Weber? Luca ovviamente da buon competitore pensa si a raggiungere il primo posto ma, sa benissimo che si deve guardare le spalle. Gli avversari sono come sempre, agguerriti e con il coltello tra i denti. Erik, per non smentirsi, preciso e regolare si installa al primo posto. Luca trova in un indomito nonostante gli anni che passano, Duncan Osborne, un avversario pericolosissimo che lo supera in 2 lanci su 4. Mauro Azzalin si piazza ottavo e accede ai suoi primi Fly off ad un Campionato Europeo. Bravissimo!

Le finali F3C ci raccontano che la Svizzera non è solo Ennio Graber, l'allievo Daniele Duzzi ha fatto più che bene i compiti e porta nel Cantone dei Grigioni un terzo posto più che meritato, insieme a Marc Emmeneger e la novità del 2016 Martin Faeh non hanno bisogno del campione del mondo per conquistare l'alloro a squadre lasciando agli avversari solo i posti di rincalzo. Alessandro Del Lungo nonostante abbia anche quest'anno problemi con i suoi elicotteri, di 3 riesce a mettere insieme uno, si piazza al 4° posto sfiorando il podio Europeo. Lorenzo perde qualche posizione ma centra un onorevole nono posto. Discorso a parte per Stefano Lucchi che, dopo un difficile inizio non riesce a cambiare marcia per recuperare posizioni e si piazza undicesimo.

Classifiche e risultati 2016 FAI F3 European Campioship

Non è stato un Campionato esaltante ma, una medaglia di Bronzo a squadre (F3C) e Una medaglia d'argento conquistata da Luca Pescante sono un bottino più che onorevole che ci vede sempre ai vertici.

Appuntamento sempre in quel di Wloklawek (PL) nel 2017 dove, l'ultima settimana di luglio avrà lugo il Campionato del Mondo F3C - F3N.